24/09/2010

Ufficializzato il programma del Mondiale di Orienteering Mountain Bike 2011

Ufficializzato il programma del Mondiale di Orienteering Mountain Bike 2011

Prove premondiali anche a Pasqua per facilitare le squadre più lontane


Visita ufficiale, oggi a Brendola, del Presidente della Commissione Internazionale Mountain Bike Orienteering Edmond Szechenyi, venuto a testare la bontà dei percorsi vicentini dove si disputerà nell'agosto del 2011 il Campionato Mondiale di Orienteering in Mountain Bike.

Con lui la svizzera Christine Schaffner, campionessa mondiale in carica, Laura Scaravonati e Giaime Origgi, campioni italiani, e gli atleti delle rappresentative nazionali di Russia, Polonia, Svizzera, Finlandia, Norvegia, Svezia, Slovenia impegnati nei campi di allenamento premondiale sui Colli Berici.


Il programma prevede tre giorni di prove: martedì gli atleti erano impegnati a Nanto, mercoledì a Brendola e giovedì ad Arcugnano. E al Golf Club di Brendola questa mattina gli atleti si sono incontrati con i rappresentanti delle amministrazioni e delle associazioni sportive partner della Fiso (Federazione Italiana Sport Orientamento) che organizza l'evento per mano del coordinatore Gabriele Viale e del Presidente Fiso Veneto Mauro Gazzerro. Nell'occasione, alla presenza della stampa, è stata ufficializzata la scaletta del Campionato Mondiale dal 20 al 28 agosto 2011.  


Nel dettaglio, il 20 e 21 agosto è previsto l'arrivo delle squadre e delle delegazioni da tutto il mondo e gli allenamenti a Brendola, Altavilla e Arcugnano e Nanto. Lunedì 21 agosto qualificazioni per la Lunga Distanza nelle Bregonze (Thiene, Carrè, Chiuppano, Zugliano) e cerimonia di apertura a Vicenza in piazza dei Signori e al Teatro Olimpico. Martedì finale della Lunga Distanza tra Marostica e Bassano. Giovedì finale della Media Distanza tra Villaga, Zovencedo e Barbarano. Venerdì finale della Staffetta tra Alonte, Lonigo, Sarego e Orgiano. Sabato finale Sprint e cerimonia di chiusura a Sossano. Il 28 partenza delle delegazioni.

"Per facilitare le delegazioni più lontane -ha precisato Gabriele Viale- abbiamo aggiunto altri allenamenti premondiali a ridosso della Pasqua, per dar modo anche ad altre nazionali di entrare in confidenza con i percorsi vicentini e arrivare preparate al Mondiale".


Il Campionato Mondiale di Orienteering Mountain Bike viene ospitato in Italia per la prima volta e porterà nel vicentino qualche migliaio di stranieri tra atleti e loro accompagnatori, per cui la macchina organizzativa è già a pieno regime. "Abbiamo aspettative elevate -ha commentato  Edmond Szechenyi- questo sport potrebbe presto far parte della lista dei giochi olimpici, per cui siamo sotto l'occhio vigile del Comitato Olimpico Internazionale. Tanto più dimostriamo di essere bene organizzati, tante prima saremo inseriti nell'elenco."

Una responsabilità che gli organizzatori hanno colto, e con loro tutti i partner, primo fra tutti il Coni Veneto, che per bocca del suo Presidente Gianfranco Bardelle ha ricordato come il Veneto sia la prima Regione italiana quanto a movimento sportivo. "Noi veneti -ha affermato Bardelle- siamo bravi a organizzare eventi e, soprattutto, a non fare buchi." Unanime l'approvazione degli amministratori comunali presenti e del Vicepresidente della Provincia di Vicenza, Dino Secco, il quale ha sottolineato la positiva ricaduta turistica dei grandi eventi sportivi.  "Chi visita il territorio vicentino -ha commentato- se ne innamora per i suoi paesaggi, per la buona cucina, per il ricco patrimonio storico e architettonico, e diventa nostro ambasciatore all'estero. Un circolo virtuoso che di certo eventi come il Mondiale di Orienteering sono in grado di innescare, per cui anche noi riponiamo le nostre aspettative su questo importante appuntamento sportivo, che siamo certi sarà anche un volano turistico ed economico."

Istituzioni